Questo sito utilizza i cookie per migliorarne la navigazione mediante solo dati anonimi. Utilizzando questo sito ne accetti l'utilizzo come da Cookie Policy . ACCETTA E CHIUDI
Logo BLB
Scelta, uso, manutenzione e garanzia


INDICE
Identificazione
Controlli e stoccaggio
Descrizione del prodotto
Caratteristiche tecniche
Scelta ed impiego
Modalità d’uso
Manutenzione

Difettosità e demolizione
Indicazioni per il trasporto
Prodotti speciali
Garanzia e limiti di responsabilità
Condizioni generali di vendita




IDENTIFICAZIONE
I distributori BLB sono identificabili dalla seguente targa applicata su ogni prodotto:
etichetta prodotto

Distributori monoblocco
Questi modelli sono consegnati pronti per l’installazione e recano una sola targa di prodotto.
Distributori componibili
Questi distributori sono forniti nelle seguenti configurazioni:
• Distributori a più sezioni ma consegnati in composizione unica: questi modelli sono forniti pronti per l’installazione e recano una sola targa di prodotto.
• Distributori consegnati in singole sezioni di lavoro modulari complete delle parti staccate ed accessoriate per l’assemblaggio finale (elementi, testate, tiranti, valvole, ecc.) Le sezioni di lavoro e le testate sono identificate da singole targhe.
Si distinguono i seguenti percorsi:
• L’assemblaggio finale è eseguito dall’utilizzatore finale. Non è necessario apporre ulteriori targhe.
• L’assemblaggio finale è eseguito da terzi (centri autorizzati BLB). Chi esegue le operazioni finali di assemblaggio e collaudo dovrà apporre anche la targa identificativa del prodotto finito.
Codice e matricola
Il codice di prodotto è composto di sette cifre. Il numero iniziale è "9" per i tutti i distributori monoblocco e per i distributori componibili forniti in composizione unica; il numero iniziale è "8" per le sezioni dei distributori componibili fornite singolarmente.
La matricola è composta di sette cifre (numero progressivo) indicante l’ordine di produzione più una lettera (mese) e due cifre (anno) per la data di fabbricazione.
Torna all’indice
CONTROLLI E STOCCAGGIO
Controlli preventivi
A consegna avvenuta controllare che:
• la fornitura sia conforme all’ordine;
• i documenti accompagnatori siano completi ed esaurienti, in particolare se la fornitura differisce dall’ordine originale;
• i prodotti non abbiano subito danni nel trasporto.
Nel caso in cui vengano rilevate non conformità o danneggiamenti, avvisare la BLB entro otto giorni dalla data di consegna.
Stoccaggio
I distributori sono consegnati confezionati in scatole chiuse. Manovrare con attenzione e con mezzi adeguati alle dimensioni ed al peso delle scatole.
I singoli componenti sono contenuti in involucri antiolio. Le cavità interne contengono olio residuo trattenuto dai tappi di protezione.
Togliere i tappi solo quando si innestano i tubi di collegamento.
Le superfici presentano spigoli vivi, perciò afferrare i pezzi con guanti di protezione.
Conservare in luogo protetto dagli agenti atmosferici e da possibili danneggiamenti.
Torna all’indice
DESCRIZIONE
I distributori sono componenti la cui funzione è quella di direzionare il flusso d’olio in circolazione negli impianti oleoidraulici, verso l’utenza scelta dall’operatore (valvole direzionali a cassetto).
La funzione è ottenuta spostando la spola (cassetto) entro una cavità dove si aprono, in modo regolato e sequenziale, delle aperture, le quali, collegandosi tra loro, realizzano i circuiti funzionali desiderati.
Lo spostamento della spola è ottenuto mediante azionamenti che possono essere diretti (manuali) o indiretti (elettrici, pneumatici, idraulici, a cavo, ecc.).
Il controllo della posizione può essere attivo (ritorno automatico) o bloccato in diverse tipologie funzionali.
I distributori BLB, in tutte le tipologie costruttive, sono predisposti per soddisfare tutte quelle funzioni essenziali ed importanti che servono a rendere gli impianti oleodinamici sicuri ed affidabili. Queste, in sintesi, sono:
• Regolazione e controllo della pressione (valvola limitatrice di pressione, valvole antiurto).
• Regolazione del flusso d’olio (integrato con valvole a tre vie ad azione compensata).
• Funzione antiritorno o blocco dell’utenza (valvola di non ritorno).
• Funzione di riempimento (valvola anticavitazione).
• Alimentazione ed utilizzo di due circuiti (o parti di essi) contemporaneamente in modo indipendente.
• Realizzazione di circuiti in parallelo, serie o misti.
• Collegamento con altri distributori utilizzando una sola fonte di energia.
• Regolazione dell’energia agendo direttamente sulla fonte.
• Possibilità di utilizzare più fonti di energia.
Tipologie
I distributori BLB si dividono in due famiglie:
• BM, distributori monoblocco, caratterizzati dal contenere tutte le funzioni sopra elencate in un solo corpo anche per più utenze.
• BC, distributori componibili, caratterizzati dal contenere tutte le funzioni sopra elencate in un solo corpo per ogni utenza (elemento, sezioni di lavoro) con la possibilità di essere tra loro assemblati in un numero pari alle utenze volute.
L’architettura risulta più flessibile quindi facilmente adattabile alle esigenze complesse.
Caratteristiche funzionali
Tutti i distributori BLB sono progettati nella tipologia 6/3, 6/4. Il cassetto controlla sei vie in tre o quattro posizioni indistintamente. è tuttavia possibile eseguire circuiti con cassetti del tipo 6/2, 5/4, 5/3, 5/2, 4/3, 4/2.
La corsa della spola, caratterizzata da ricoprimento negativo, avviene in tre fasi:
1. Ricoprimento di tenuta.
2. Regolazione progressiva.
3. Apertura completa.
Torna all’indice
CARATTERISTICHE TECNICHE
Le caratteristiche tecniche sono riportate per esteso nella prima parte del catalogo. Di seguito se ne elenca solo un riepilogo ed alcune aggiuntive.
Riepilogo caratteristiche tecniche
• Portata nominale e limite.
• Pressione massima e campi di taratura delle valvole di massima generali.
• Pressione massima sugli utilizzi e contropressione.
• Collegamenti e ricoprimento spole.
• Perdite di carico.
• Filettature dei fori di connessione dei tubi.
• Azionamenti e controlli della spola.
• Circuiti e collegamenti standard.
• Applicazioni accessorie standard.
• Funzioni supplementari sulle sezioni di lavoro o generali per tutto il distributore.
• Dimensioni e pesi.
Materiali e trattamenti protettivi
I corpi dei distributori sono realizzati in ghisa ad alta resistenza meccanica e le spole in acciaio temprato.
Le guarnizioni sono in gomma sintetica con mescole nitriliche antiolio (NBR) adatte per olio minerale impiegato nei circuiti oleoidraulici. Per fluidi diversi e condizioni operative gravose sono disponibili guarnizioni in elastomero fluorurato (Viton¨).
Per ambienti aggressivi si eseguono trattamenti protettivi delle superfici esposte.
Caratteristiche speciali
Per le caratteristiche tecniche non direttamente rintracciabili nel catalogo, o derivanti da applicazioni personalizzate, interpellare il servizio tecnico BLB.
Torna all’indice
SCELTA ED IMPIEGO
Scelta
La scelta dei distributori deve rispettare:
• Le caratteristiche tecniche dell’impianto (pressione, portata, temperatura, manutenzione e durata).
Utilizzare i distributori entro i limiti riportati nella prima parte del catalogo, rispettando le condizioni indicate nella tabella 5.2.1.
• Le caratteristiche funzionali dell’impianto e di ogni sezione di lavoro (schema oleodinamico generale ed in particolare del distributore).
• L’interfacciamento con le altre parti dell’impianto

Impiego
FLUIDO IDRAULICO OLIO MINERALE SECONDO DIN 51524
VISCOSITÀ CAMPO 10...460 mm2/sec
VISCOSITÀ OTTIMALE 12...75 mm2/sec
TEMPERATURA CAMPO DI ESCURSIONE DEL FLUIDO -20 ... +85 °C
ESCURSIONE OTTIMALE +30 ... +60 °C
LIVELLO MASSIMO DI CONTAMINAZIONE NAS 1638: CLASS 9 - ISO 4406: 19/16
TEMPERATURA AMBIENTE -30 ... +60 °C
PRESSIONE E PORTATA VEDI CATALOGO
PERDITE DI CARICO VEDI DIAGRAMMI
VELOCITÀ OLIO NEI TUBI: INGRESSI E UTILIZZI 6 ÷ 8 m/sec
VELOCITÀ OLIO NEI TUBI: RITORNO 3 ÷ 4 m/sec

Monoblocco/Componibile
Impiegare distributori monoblocco quando sussistono le seguenti esigenze:
• Costruzione robusta.
• Dimensioni e pesi più contenuti.
• Circuiti semplici.
• Maggiore affidabilità e minore manutenzione (assenza di tiranti e guarnizioni nell’interfaccia).
• Economicità nell’impianto.
Impiegare distributori componibili con esigenze non riconducibili alle precedenti. In particolare quando si desidera:
• Composizione circuitale flessibile e facilmente modificabile.
• Possibilità di valvola di non ritorno per ogni sezione di lavoro (si possono usare più sezioni contemporaneamente).
• Possibilità di assemblaggio da parte dell’utilizzatore o di terzi autorizzati.
• Quando necessitano valvole ausiliarie supplementari per ogni sezione.
Usi non consentiti
• Non utilizzare i distributori per tenere in posizione fissa attuatori per periodi di tempo non compatibili con la pressione di lavoro.
• Non impiegare i distributori in impianti privi di filtrazioni. Il livello di contaminazione ammessa si ottiene impiegando filtri con elementi filtranti a foro medio di 30 µm.
• Non utilizzare i distributori per fluidi diversi da quelli riportati in tabella.
• Per gli impieghi non riconducibili alle condizioni operative, funzionali e prestazionali, del presente catalogo, interpellare l’ufficio tecnico BLB. In caso di uso consentito esigere risposta scritta e specifiche supplementari adeguate all’impiego.
Torna all’indice
MODALITÀ D’USO
Operazioni di installazione
Ubicazione
Predisporre la zona dove si collocherà il distributore, in modo da rendere agevole il montaggio, il collegamento dei tubi e le registrazioni in fase d’avvio e di collaudo.
Installazione
• Nel movimentare il distributore non provocare urti o colpi accidentali.
• Il distributore deve essere fissato con viti mediante gli appositi fori previsti nelle zone di appoggio. La posizione di montaggio è indifferente mentre gli elementi che formano il sostegno devono creare un piano privo di errori geometrici. Ciò è necessario affinchŽ il serraggio delle viti di fissaggio non provochi deformazioni dannose.
• Qualora non sia possibile realizzare piani d’appoggio adeguati, adottare staffe supplementari od elementi elastici per eliminare i difetti geometrici.
• Installare il distributore in zone protette da urti e prive di vibrazioni.
• Proteggere dalle ossidazioni con protezioni o verniciatura. I solventi di preparazione delle superfici non devono intaccare le parti mobili.
• Le viti, i raccordi e i tubi vanno serrati con coppie adeguate mediante chiavi adeguate o meglio se a controllo della coppia (chiavi dinamometriche). Non utilizzare prolunghe fittizie e non agire con urti sulle chiavi di serraggio. Un serraggio eccessivo provoca deformazioni al distributore che ne compromettono il regolare funzionamento.
Collegamento dei tubi (ingresso, utilizzi, scarico)
• Togliere i tappi di protezione dalle bocche del distributore solo quando si effettuano i collegamenti dei tubi.
• Impiegare tubi e raccordi adeguati alla pressione di taratura e alla portata massima di utilizzo.
• Non utilizzare raccordi conici.
• Non utilizzare nastri avvolti sui filetti per realizzare la tenuta.
• Non invertire il collegamento tra ingresso e scarico.
Azionamenti e controlli applicati dall’utilizzatore
Organi supplementari applicati dall’utilizzatore per effettuare azionamenti o controlli della spola personalizzati, devono permettere di:
• eseguire tutta la corsa di lavoro;
• non trasmettere azioni tali da compromettere la durata e la funzionalità degli organi originali.
N.B. L’utilizzatore, prima di fare applicazioni personalizzate, deve interpellare la BLB per farsi approvare la personalizzazione ed eventualmente predisporre il distributore.
6.2 Messa in funzione
• Prima dell’avviamento è buona norma "lavare l’impianto" con flussaggio d’olio da impianto ausiliario.
• Effettuare l’avviamento con gli attuatori non sotto carico, manovrare lentamente fino al riempimento dell’impianto.
• Procedere alla taratura delle valvole ed al collaudo completo dell’impianto.
• Se non si esegue il flussaggio iniziale, a fine collaudo pulire il filtro.
• Non effettuare tarature di valvole senza aver prima applicato un manometro in linea.
Torna all’indice
MANUTENZIONE
Manutenzione ordinaria
• Lubrificare periodicamente le parti mobili localizzate negli azionamenti manuali e nei posizionatori (controlli).
• Controllare periodicamente la funzionalità della valvola di sicurezza.
• Pulire periodicamente il filtro dell’impianto. L’eccessiva contaminazione dell’olio provoca funzionamenti non regolari della spola e della valvola di sicurezza.
Manutenzione preventiva
• Ad ogni cambio d’olio dell’impianto sostituire il filtro.
• Controllare la taratura della valvola limitatrice di pressione ed eventualmente sostituirla qualora essa non risulti più affidabile.
• Nei distributori componibili controllare con chiave dinamometrica il serraggio dei tiranti.
7.3 Manutenzione straordinaria
Nel caso di interventi per i quali sia necessario smontare il distributore, interpellare tecnici autorizzati.
Torna all’indice
DIFETTOSITA’ E DEMOLIZIONE
Difettosità
I distributori sono consegnati collaudati nelle condizioni dichiarate nel presente catalogo. I difetti riscontrati nella prima installazione derivano generalmente dal non aver rispettato le indicazioni di cui al Capitolo 5 o per danneggiamenti causati dal trasporto.
Nel periodo di lavoro si può riscontrare:

Riscontro Cause Rimedi
Inceppamento della spola Eccessiva pressione di lavoro. • Controllare la pressione di lavoro e le tarature delle valvole.
• Eliminare i colpi d’ariete (picchi di pressione)
Eccessiva contaminazione dell’olio. • Cambiare olio e filtro.
• Lavare l’impianto con flussaggio ausiliario.
• Eseguire la manutenzione ad intervalli più brevi.
Distributore non adatto all’applicazione • Correggere la scelta del distributore
Controlli ed azionamenti aggiuntivi. • Controllare o modificare le applicazioni aggiuntive.
Eccessivo serraggio delle viti di fissaggio. • Allentare raccordi e viti di fissaggio.
Base d’appoggio con gravi errori geometrici (non piana). • Adottare staffe supplementari o elementi elastici.
Eccessiva temperatura di lavoro. • Verificare taratura delle valvole e le perdite di carico dell’impianto.
Perdite d’olio fra gli elementi o in corrispondenza della spola Eccessiva temperatura di lavoro. •Aumentare la quantità d’olio nell’impianto (aumentando il serbatoio).
• Diminuire le perdite di carico nell’impianto.
• Migliorare il raffreddamento dell’olio.
• Controllare o modificare la taratura delle valvole.
• Sostituire le guarnizioni od integralmente le valvole.
Eccessiva pressione dell’olio. •Controllare la pressione di lavoro e le tarature delle valvole.
• Eliminare i colpi d’ariete (picchi di pressione)
Distributore non adatto all’applicazione. •Correggere la scelta del distributore
Controllo periodico del serraggio dei tiranti non eseguito. • Ripristinare il serraggio dei tiranti.
• Eseguire i controlli ad intervalli più brevi.
Guarnizioni usurate o rotte. •Sostituire le guarnizioni.
Portata eccessiva per il distributore. •Correggere la scelta del distributore o della pompa.
Contropressione allo scarico •Controllare eventuali strozzature verso il serbatoio.
Eccessivi trafilamenti interni Eccessiva pressione di lavoro. • Controllare la pressione di lavoro e le tarature delle valvole.
• Eliminare i colpi d’ariete (picchi di pressione)
Eccessiva temperatura dell’olio. • Aumentare la quantità d’olio nell’impianto (aumentando il serbatoio).
• Diminuire le perdite di carico nell’impianto.
• Migliorare il raffreddamento dell’olio.
• Controllare o modificare la taratura delle valvole.
• Sostituire le guarnizioni od integralmente le valvole.
Applicazione non idonea. • Correggere la scelta del distributore
Guarnizioni delle valvole usurate o rotte. • Sostituire le guarnizioni o integralmente le valvole.

Parti di ricambio
Sostituire i particolari da cambiare con parti di ricambio originali.
Per eseguire correttamente gli interventi, rispettare le specifiche tecniche pertinenti (schede, assiemi, distinte,É) disponibili presso il costruttore.
Demolizione
I distributori non più utilizzabili devono essere smontati per separare le parti metalliche da quelle in materiale sintetico o di gomma.
Non disperdere nell’ambiente gli elementi separati e l’olio residuo in esso contenuto.
Torna all’indice
TRASPORTO
Manovrare con attenzione sia che il trasporto avvenga per una singola confezione, con più scatole sciolte o confezionate su pallets.
Adottare tutti gli accorgimenti atti ad evitare danni che possano compromettere l’efficienza funzionale dei distributori e la sicurezza degli utilizzatori.
Torna all’indice
PRODOTTI SPECIALI
I distributori BLB sono caratterizzati da un elevato numero di possibili combinazioni funzionali. E’ possibile che alcuni prodotti con combinazioni ad alta personalizzazione non siano identificabili dal catalogo. Per tali prodotti la BLB assicura la consulenza necessaria per individuare la composizione funzionale ottimale e la preparazione della documentazione, ad integrazione del catalogo, necessaria per l’installazione ed il corretto uso.
Torna all’indice
GARANZIA E LIMITI DI RESPONSABILITÀ
Premessa:
I prodotti BLB sono destinati esclusivamente ad operatori ed utilizzatori professionali.
Pertanto, in tema di garanzia, non si applica la disciplina di cui decreto legge n. 24 del 02-02-2002 in attuazione della direttiva europea 1999/44/CE.
Per un periodo di 12 (dodici) mesi dalla data di spedizione dal proprio stabilimento la BLB garantisce i propri prodotti contro difetti di materiale o di lavorazione, riscontrati in condizioni di:
• Corretto uso
• Normali condizioni d’esercizio
• Installazione tecnicamente adatta
La garanzia, a giudizio insindacabile della BLB, è limitata alla riparazione o alla sostituzione di qualsiasi articolo, o parte di esso, di cui sia stato constatato il difetto.
La sostituzione avverrà in porto assegnato.
Qualsiasi descrizione dei prodotti venduti, incluse le caratteristiche espressamente richieste dall’acquirente, così come quelle che appaiono su cataloghi, circolari ed altro materiale pubblicato dalla BLB al solo scopo di identificazione del prodotto, non creano un’esplicita garanzia di rispondenza del prodotto alla descrizione stessa.
La conformità degli articoli acquistati, all’uso che l’acquirente intende farne, è di esclusiva pertinenza dell’acquirente.
La BLB si riserva il diritto di cessare, modificare o rivedere i prodotti descritti e le loro caratteristiche. Tutti i particolari sono di massima e possono variare a seconda dell’installazione.
Sono escluse dalla garanzia tutte le parti tipicamente soggette ad attrito radente o volvente e consumo. è inoltre esclusa la garanzia su parti potenzialmente soggette ad ossidazione o corrosione se non correttamente utilizzate o mantenute.
Le apparecchiature prodotte da terzi ed incluse nella fornitura assieme al materiale prodotto da BLB sono comunque soggette alle clausole di garanzia stabilite dai relativi costruttori.
La BLB non è soggetta agli obblighi della garanzia per guasti, avarie, o inefficienze derivanti da cause quali errata istallazione, manomissione volontaria o involontaria, cattiva manutenzione, trascuratezza o incapacità dell’utilizzatore finale.
Modifiche o riparazioni eseguite da persone non autorizzate per iscritto dalla BLB comportano l’annullamento della garanzia.
Il ritardato o mancato pagamento, anche parziale, della fornitura sospende la garanzia.
Le condizioni di garanzia non conferiscono al cliente alcun diritto di sospendere o differire i pagamenti che dovranno essere effettuati in ogni caso nelle forme e modalità stabilite all’ordine e specificate nella conferma d’ordine scritta della BLB.
La BLB si riserva di annullare la garanzia dei prodotti venduti se:
• Etichette o targhette riportanti i marchi del costruttore ed il numero di serie o di matricola sono state cancellate o rimosse.
• Il prodotto ha subito modifiche o lavorazioni meccaniche non espressamente autorizzate dalla BLB.
• Il prodotto è stato utilizzato in modo non conforme alle istruzioni fornite o per scopi diversi da quelli per il quale è stato progettato.
La garanzia è dovuta esclusivamente al cliente diretto della BLB. Chiunque possieda prodotti BLB ma abbia effettuato l’acquisto degli stessi presso terzi (rivenditori, installatori, o costruttori di qualsiasi tipo), dovrà rivolgersi al proprio fornitore per l’eventuale richiesta della garanzia.
NON ESISTONO ALTRE FORME DI GARANZIA CHE QUELLE SOPRA CITATE
Per ogni controversia il foro competente è quello della sede legale della BLB, ovvero il foro di Vicenza (Italia).
Torna all’indice
CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA
Le condizioni generali di vendita possono differire da nazione a nazione.
Il nostro ufficio commerciale invierà su richiesta tutte le informazioni necessarie. Per quanto non riportato valgono le norme in materia del Codice Civile.